Archivio news 19/04/2019

12 WEEK-END PREMIO A TARVISO, 1 A VENEZIA: GRAZIE A TRIESTEVILLAS!

Si allarga la famiglia dei Main Partner della Crese Cup con l'ingresso della società guidata da Martino Coppola di Canzano e Davide Carlin

 

 

La famiglia dei partner Crese Cup si allarga grazie all'ingresso di TriesteVillas, solida e virtuosa realtà del campo immobiliare locale. Nata nel 2013 come start up nel settore degli affitti turistici, TriesteVillas ad oggi è divenuta una società con 16 collaboratori che non si occupa più "solo di gestioni Airbnb", ma si è specializzata anche nella vendita di immobili di pregio a clienti esteri. Un'azienda giovane e dinamica, con un'età media che si attesta sui 30 anni, che ha deciso di sposare il proprio marchio con quello della Crese Cup, pronta a dare il via ai festeggiamenti per le 18 edizioni consecutive. Un binomio che ha permesso agli organizzatori Crese di poter inserire nel montepremi la bellezza di ben 12 week-end premio a Tarvisio e uno (gettonatissimo) niente meno che a Venezia. Insomma se questi sono i presupposti, il binomio Crese Cup-TriesteVillas sembra avere fondamenta molto resistenti.

Martino Coppola di Canzano, giocoforza la prima domanda che le poniamo è quella di illustrarci di cosa si occupa TriesteVillas.

«TriesteVillas è un progetto nato 6 anni fa da un'idea condivisa con il mio socio Davide Carlin (nella foto in alto a destra, ndr), ovvero quella di sfruttare il potenziale nascosto della Trieste immobiliare, finalizzato a fornire un servizio d'eccellenza nel campo degli affitti turistici. Anno dopo anno, la nostra attività si è consolidata sino a raggiungere un parco immobili che tocca le 80 unità tra appartamenti e ville. Il nostro obiettivo è quello di sfruttare le proprietà sino ad ora impolverate o dismesse, riammodernarle e offrirle al mercato turistico, prevalentemente austriaco e tedesco. Per chi si rivolge a noi per vendere la casa, rispetto ad una normale agenzia immobiliare, grazie agli affitti turistici, siamo gli unici a poter garantire un reddito prima ancora di aver trovato un compratore».

Dal mondo immobiliare al panorama sportivo. Cosa ci può raccontare del suo rapporto con la pratica agonistica?

«Mi considero uno sportivo piuttosto solitario, con una grande passione per vela, yoga e apnea. Un infortunio alla schiena ha minato le mie capacità di cimentarmi in altre discipline. Grazie a una attenta riabilitazione con il personal trainer Matteo Curiel, anche lui debuttante quest'anno alla Crese con il progetto relativo al Calistenichs, però, ho ritrovato la forma di anni fa, tanto da scendere in campo nell'imminente edizione del Crese League con la squadra Triestevillas».

TriesteVillas, quindi, ha deciso di unire il proprio brand a quello della Crese Cup. Qual è la peculiarità targata Crese che vi ha spinti ad intraprendere questo passo?

«Debbo dire che a Mattia Milazzi va riconosciuta la capacità di essere riuscito a portare avanti questo progetto anno dopo anno senza mancare un colpo toccando quest'anno la fatidica quota delle 18 edizioni. Il tutto, va sottolineato, riuscendo ad inserire sempre novità che migliorassero il già di per sé buon impianto. Penso che una manifestazione come la Crese si possa definire qualcosa di unico per la Trieste sportiva. E dico di più andrebbe anche maggiormente valorizzato!».

 

Benvenuta nella famiglia Crese TriesteVillas Affitti Turistici!